Per i profughi non ucraini che arrivano in Italia i problemi sono sempre di più

L’arrivo in Italia di centomila profughi in poco più di due mesi a causa della guerra in Ucraina ha costretto il sistema dell’accoglienza italiano a far fronte a un’emergenza che non si vedeva da molti anni.
A detta di molti addetti ai lavori, nel complesso il sistema ha tenuto, grazie soprattutto agli sforzi del terzo settore e di alcune particolarità del flusso: moltissimi ucraini sono stati accolti infatti in maniera informale da parenti o amici. Ma parlando con chi si occupa quotidianamente di accoglienza e integrazione, l’arrivo degli ucraini ha comunque causato disagi ai profughi e richiedenti asilo che arrivano da altri paesi, in questo momento meno al centro del dibattito pubblico.
Continua a leggere attraverso il link

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: