Home

Mi sono sempre domandata perché qualcuno non fa qualcosa a tale proposito. Poi mi sono accorta che quel qualcuno ero io.

LA SENTENZA

Studia italiano e ha un lavoro saltuario, per la Cassazione ha diritto al permesso di soggiorno negato a Cagliari Gli ermellini accolgono il ricorso di un cittadino nigeriano, la Corte d’Appello di Cagliari gli aveva negato il permesso perché lavora a tempo determinato Ok ai permessi di soggiorno per motivi umanitari in favore dei migrantiContinua a leggere “LA SENTENZA”

Guerra in Ucraina. Cannonate sull’Africa

Lo sconquasso economico provocato dall’aggressione russa all’Ucraina, sta riscrivendo la geopolitica del gas facendo salire d’importanza alcune nazioni africane che fino a ieri giocavano ruoli minori sullo scacchiere energetico e dunque sulla scena del mondo.Fra essi l’Angola, il Congo, il Mozambico, che molti Paesi europei, anche l’Italia, stanno aggiungendo alla lista dei propri fornitori, perContinua a leggere “Guerra in Ucraina. Cannonate sull’Africa”

Per i profughi non ucraini che arrivano in Italia i problemi sono sempre di più

L’arrivo in Italia di centomila profughi in poco più di due mesi a causa della guerra in Ucraina ha costretto il sistema dell’accoglienza italiano a far fronte a un’emergenza che non si vedeva da molti anni.A detta di molti addetti ai lavori, nel complesso il sistema ha tenuto, grazie soprattutto agli sforzi del terzo settoreContinua a leggere “Per i profughi non ucraini che arrivano in Italia i problemi sono sempre di più”

Storie di ordinaria discriminazione

Di: Franco Colomo https://www.ortobene.net/storie-di-ordinaria-discriminazione-carte-in-regola-e-offese-gratuite/ “Una volta è un incidente, due volte è una coincidenza, tre volte è un’abitudine”, recita un vecchio detto. È quello che viene in mente nel sentire i racconti di diversi immigrati che in città hanno o hanno avuto difficoltà con gli uffici che si occupano delle pratiche per avere riconosciuta laContinua a leggere “Storie di ordinaria discriminazione”

Per la pace, per togliere la parola alle armi

MARCIA PERUGIASSISI. Se stiamo dalla parte delle vittime, se abbiamo a cuore le vite degli ucraini e le sorti dell’umanità, non abbiamo che una scelta. Primo: fermare l’escalation. Secondo: fermare la guerra! Il problema è che molti si sono arresi alla violenza e restano intrappolati nello schema della guerra L’autore è coordinatore dei Comitati promotori dellaContinua a leggere “Per la pace, per togliere la parola alle armi”

NuoroMigrantes aderisce alla marcia straordinaria Perugia-Assisi

Domenica 24 aprile 2022vigilia della Festa della LiberazioneMarcia Perugia Assisi della pace e della fraternitàEDIZIONE STRAORDINARIA FERMATEVI!La guerra è una folliaDal 24 febbraio, la guerra in Ucraina avanza facendo strage di vite innocenti,riducendo le città in cimiteri, minacciando la guerra mondiale e la catastrofe atomica.Per questo diciamo che va fermata!Ogni giorno che passa, lo scontroContinua a leggere “NuoroMigrantes aderisce alla marcia straordinaria Perugia-Assisi”

In Bielorussia profughi «rinchiusi e torturati»

Paolo Lambruschi, inviato a Bialystok (Polonia) lunedì 14 marzo 2022Siriani e curdi, afghani, yemeniti e africani in fuga da guerre e persecuzioni provano a superare il confine dimenticato tra Polonia e Bielorussia: ma per loro l’Europa resta una fortezza La lanterna verde è rimasta accesa, ostinatamente. Illumina la notte della foresta di Pogorzelce, dove inizia la zonaContinua a leggere “In Bielorussia profughi «rinchiusi e torturati»”

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.